arte preistorica

Arte preistorica: il paleolitico

Eh si, le popolazioni hanno sempre sentito il bisogno di comunicare attraverso il disegno, e ancora oggi abbiamo la fortuna di avere queste favolose testimonianze, quasi del tutto conservate. Ce ne sono moltissime in tutto il mondo.

Opere di questo periodo preistorico non sono sempre semplici, ma possono essere abbastanza complesse. Le pitture rupestri di Lascaux per esempio sono stati realizzate con spazzole a base di pelliccia animale. Perché le persone che hanno reso queste opere d’arte erano dilettanti non vi è prova della loro volontà di mostrare sia realismo e di usare l’astrazione, nel tentativo di rendere l’arte più portabile.
Gli Artisti paleolitici hanno cinque colori principali a loro disposizione: giallo, rosso, marrone, bianco e nero. Il bianco è più raro, ma si è visto nella Grotta di Lascaux. In alcuni casi le caratteristiche di pigmentazione perso o caratteristiche usurati possono essere stati persi a causa di tempo e non sapremo mai quello che sembrava l’originale come.

L’arte prodotta risulta dalla creazione di menti intellettualmente capaci e sofisticate come la nostra. In Europa e in Africa, le prime opere d’arte raffigurano animali, gli esseri umani e includono simboli arcaici. I soggetti ritratti sono scolpiti realisticamente, e rappresentato dal l’enfasi intelligente di una caratteristica distintiva, come le zanne del mammut o il corno di un rinoceronte.

Dipinti, sculture a bassorilievo, e incisioni adornavano le aree di grotte e ripari sotto roccia, dove vivevano i cacciatori-raccoglitori. Sono coperti anche oscure caverne e anfratti visitati meno frequentemente dove le occasioni che probabilmente hanno avuto particolare significato sociale e spirituale, con luci del fuoco che illuminavano le caverne. Con la diffusione dell’agricoltura come un modo di vita, la gente ha cominciato a stabilirsi in villaggi e territori sono stati definiti. Disegni come le mappe e paesaggi, insieme con gli animali domestici e le figure più umane.

Gli stili di ceramica decorata divennero le firme di successive generazioni di popoli preistorici. Di tutte le opere d’arte preistoriche, circa il 70 per cento può essere attribuito a cacciatori-raccoglitori, il 13 per cento a pastori e stock allevatori, e il 17 per cento alle persone con un’economia organizzata (agricoltori, allevatori di bestiame, e simili).

L’arte rupestre di tutti i gruppi sociali si compone di cinque principali motivi: figure umane, animali, attrezzi e armi, mappe locali rudimentali, e simboli o motivi su oggetti portatili (inciso, scolpito o claymodelled) e superfici immobili (pitture rupestri e incisioni).